Fantasy

L’Eredità dell’Impero, recensione libro con rune

Libro fantasy "L'Eredità dell'Impero", Cronache del Figlio del Pianto vol.1 di G. B. Nefe.
L’Eredità dell’Impero“, Cronache del Figlio del Pianto vol.1 di G. B. Nefe.

Ne “L’Eredità dell’Impero” il passato brulica di segreti capaci di rovesciare non solo regni, ma il mondo intero.


Azzurro: è il colore del cielo quando il sole lo bacia; è lo scintillio del mare quando le onde schiumano dolcemente… Ed è la condanna di un bimbo quando la sua eredità si manifesta.

Appena nato, Zefiel si ritrova col proprio destino vergato nei suoi capelli azzurri, che lo identificano come ultimo erede della dinastia imperiale elfica. Una dinastia creduta ormai finita da seicento anni insieme allo splendore del suo Impero. Ma un segreto le ha concesso di sopravvivere, e un segreto tenterà di continuare a sopprimerla.

Zefiel viene celato agli occhi del mondo e fatto crescere in un’enclave di Guardiani, nella speranza che i fanatici imperialisti non lo scoprano mai. Eppure, più si scava nella sabbia per infossare la verità, più si finisce per rimanere soffocati da essa. E da chi credevamo nostro alleato.

Un traditore rivela l’esistenza di Zefiel e lui, col cuore gonfio dal dolore, fugge verso territori di Mythoma mai esplorati prima. Ma fuggire da un luogo non significa fuggire da se stessi o dal destino. Questo Zefiel lo imparerà ben presto a sue spese, ma non sarà l’unico. Mythoma è un calderone in cui i segreti e le sorti dei suoi abitanti rischiano di distruggere l’equilibrio già precario. Equilibrio che nella Natura si è già spezzato e sul quale Zefiel e i suoi nuovi compagni indagheranno, nella speranza di zittire momentaneamente i loro tormenti.

E se, invece, ogni verità celata, ogni traccia di passato dimenticato, ogni scompenso della Natura, fossero tasselli di un grande e unico puzzle di cui i personaggi fanno parte e dal quale non possono fuggire?

Mythoma è in pezzi: Zefiel e i suoi compagni troveranno il modo di rincastrarli al posto giusto o finiranno per far crollare tutto?

Associo questo libro alla Runa…

Runa Thurisaz
Thurisaz.

L’Eredità dell’Impero” è scomode verità emerse da antiche rovine. È lotta contro il fato, sofferta e vana.

L’Eredità dell’Impero” è grido silente di un mondo che ormai nemmeno piange più. Le sue lacrime hanno scavato solchi su tutta Mythoma per secoli, senza però che qualcuno se ne curasse. Adesso quindi non è più tempo di piangere. È tempo di distruggere.

Zefiel è l’ultimo erede della dinastia imperiale elfica, ma viene nascosto alla nascita per evitare che i fanatici imperialisti lo trovino e tentino di restaurare il dispotico Impero. La sua vita celata nell’enclave dei Guardiani lo mette in stretto contatto con la Natura e gliene fa percepire ben presto la sofferenza. Qualcosa sta corrodendo il suo equilibrio e lui vuole scoprirne la causa. Ma quando una persona a lui molto cara tradisce il suo segreto e lo rivela al mondo, Zefiel è costretto a scappare, avvolgendo il suo cuore in una coltre di spine.

Spine che fungono da difesa, tanto in una pianta quanto in un uomo, ma che possono rivelarsi un’arma a doppio taglio: esse non distinguono amici e nemici. È ciò che succede esattamente a Zefiel, ma non è il solo. Ogni personaggio che popola le pagine de “L’Eredità dell’Impero” si porta nel cuore fardelli che non gli permettono di aprirsi totalmente a chi lo ama. Rafforza le sue spine per paura di soffrire ancora, di fare del male, di illudersi. E così la Runa Thurisaz, legata alla difesa, diventa perfetta per essere associata a questo libro.

È proprio dietro la difesa, dietro la volontà di proteggere e proteggersi, che la trama de “L’Eredità dell’Impero” pone le basi per il primo volume di questa trilogia. Un volume che si prende il suo tempo per introdurre vicende, personaggi e worldbuilding, ma che non risulta per questo noioso. G.B. Nefe, con uno stile semplice, chiaro e immersivo, ci fa appassionare anche nei momenti più placidi, nelle situazioni meno adrenaliniche. Ci conduce nel cuore dei suoi personaggi, ce ne mostra le spine e ce li fa comprendere. La loro caratterizzazione è curata sotto ogni aspetto, così come l’intera lore.

Attendiamo con vivo interesse il seguito, perché ormai siamo anche noi parte integrante di Mythoma e vogliamo scoprirne la sorte!

Se le mie parole ti hanno incuriosito, ti invito ad acquistare una copia di “L’Eredità dell’Impero” su Amazon e scoprire anche tu il mondo che racchiude!

Buona lettura, che tu possa usare le tue spine per difenderti solo dai nemici, lasciando aperto il cuore a chi ti merita.


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *