Collaborazioni,  Fantasy

Amnia Vol.2 – L’ultimo raggio di sole, recensione con rune

Amnia Vol.2 - L'ultimo raggio di sole
Amnia Vol.2 – L’ultimo raggio di sole” di Pezzatini e Gambineri, in versione digitale.

Nella grande scacchiera che è Amnia, le pedine hanno iniziato a muoversi da tempo, e ora non resta che un ultimo scatto da compiere: combattere.


Esisteva una e una sola legge su Amnia che andava sempre rispettata: l’equilibrio doveva essere preservato. Una legge chiara, ferrea, di vitale importanza. Andandole contro, ogni cosa sarebbe stata distrutta. E anche se tutti la conoscevano, anche se tutti sapevano ciò che andava fatto…

Un giorno, quella legge, venne infranta.

Con la Profezia dell’Equilibrio in atto, gli otto mortali arrivati dal futuro vedono Amnia sgretolarsi davanti ai loro occhi. Mantus, il dio rinnegato, è finalmente libero dalla sua prigione e s’impossessa del trono di Camaran, dando inizio al suo regno di terrore e vendetta.

Un esercito di redivivi è al suo servizio, e nulla sembra essere capace di fermarlo.

La flebile luce della speranza si affievolisce di minuto in minuto, il destino pare ormai scritto. Eppure, i misteri e i segreti celati sono ancora tanti e magari, tra essi, si nasconde la soluzione.
Se mortali e semidei uniranno le loro forze, se parleranno a cuore aperto e racconteranno la verità, forse Amnia si salverà.

Ma a quale prezzo?

Associo questo libro alla Runa…

Runa Hagalaz
Hagalaz.

Amnia Vol.2 – L’ultimo raggio di sole” non ha pietà né compassione verso il lettore che gli si accosta: lo strattona all’interno della storia senza dargli la possibilità di scappare. Le vicende con cui si apre sono forti, spiazzanti e incredibili. Incollano alle pagine, ed è impossibile staccarsene.
Andando avanti, poi, non si ha un attimo di respiro. L’azione è costantemente dietro l’angolo, lo sbalordimento il compagno di viaggio, la curiosità la fame che spinge a proseguire.

Ma se c’è un aspetto che caratterizza questo secondo volume, uno più di tutti, quello è sicuramente il crollo.

Crollano le certezze dei personaggi, crollano i regni, i mondi, le vite. Ogni cosa in “Amnia Vol.2” crolla. Ed è per questo che ho scelto di associare la Runa Hagalaz a questo libro.
Hagalaz ci dice che quando tutto sembra andare per il verso giusto, quando tutto ci appare chiaro e semplice, ecco che giunge qualcosa a distruggere tale serenità. È il momento di crisi maggiore che si possa affrontare, quello in cui si presentano solo due scelte: arrendersi o lottare per andare avanti.

I personaggi di “Amnia Vol.2” si troveranno più e più volte davanti a quel bivio. Le sfide che affronteranno saranno durissime, metteranno alla prova il loro spirito e la loro fede. E a ogni crollo che avverrà, rialzarsi e lottare diventerà sempre più difficile. Ma è esattamente per questo che il lettore non potrà più staccarsi dal libro fino al suo termine.

Vorrà scoprire fino a che punto un eroe è capace di spingersi per i suoi ideali e per le persone che ama.

Con lo stile di scrittura di Pezzatini e Gambineri, infine, il coinvolgimento è assicurato. La bravura dei due autori non si limita, però, alla capacità di descrivere perfettamente ogni scena, dando così la giusta importanza ai fatti che ho narrato prima. Ciò che fa la differenza e che rende “Amnia Vol.2” un’opera da non perdere, è la capacità degli scrittori di dipingere i loro personaggi.
Tutti ben delineati, vivi, reali, i protagonisti di questo libro non vi lasceranno indifferenti!

Se le mie parole ti hanno incuriosito, ti invito ad acquistare una copia di “Amnia Vol.2 – L’ultimo raggio di sole” su Amazon e scoprire anche tu il mondo che racchiude!

Buona lettura, che tu possa non arrenderti mai davanti alle difficoltà della vita.


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − uno =