"Stringi forte" - Illustrazione di Dama Berkana
Collaborazioni,  Narrativa,  Romanzi rosa

Recensione: “Stringi forte” – la doppia faccia della realtà

Stringi forte: Prima dei giorni di sole…” di Luisa De Capola: un romanzo di lotte interiori e di tanta voglia di vivere.


“Non amo i vestiti colorati: il nero è il mio colore preferito ma il rosso a modo suo rappresenta la sicurezza. Quella sera, nella mia insicurezza, dovevo apparire forte, sicura. Sarebbe stata la mia seconda pelle: come un sorriso finto, quello che indossano gli attori a teatro. Una maschera.”

-“Stringi forte: Prima dei giorni di sole…”; Luisa De Capola.


Dolore, tristezza, difficoltà. Sembrano appartenere sempre e solo a noi stessi, sembra che gli altri ne siano esuli e che le loro vite siano perfette. Il mondo intorno a noi sembra andare avanti come se nulla possa scalfirlo, fermarlo o rallentarlo, mentre noi dobbiamo faticare moltissimo per non sprofondare e per apparire più forti di quanto in realtà ci sentiamo.
Ed è lì il problema.
È esattamente ciò che fanno tutti: apparire diversi, invincibili, privi di sofferenza.


Non è il mondo ad essere perfetto, non sono le vite degli altri a filare lisce come l’olio. Sono le maschere che indossiamo ogni giorno per nascondere i nostri demoni a creare l’illusione che chi ci circonda stia sempre bene, a differenza nostra. Ma la verità è che siamo tutti uguali.


Tutti soffriamo, fisicamente o psicologicamente. Tutti abbiamo le nostre sfide da affrontare e tutti cerchiamo di nascondere la fatica per mettere in risalto solo i nostri aspetti migliori, quelli più sereni e spensierati. Eppure, mostrare i nostri problemi, a volte, può essere un aiuto non solo per noi stessi – permettendoci di sfogarci a dovere – ma per chiunque. Perché sapere di non essere i soli a patire le pene dell’inferno ci aiuta a capire che la vita non ce l’ha con noi e che possiamo fare qualcosa per cambiare la nostra situazione.
L’unione fa sempre la forza, ed è qualcosa che in “Stringi forte: Prima dei giorni di sole…” vi risulterà davvero chiaro.

Enza e la pittura

Pittura rappresentativa del libro "Stringi forte"
“Per Enza è esattamente così. Quando dipinge sente che i suoi problemi svaniscono, che ciò che la turba viene spinto lontano, lasciando il posto solo al pennello e ai colori.”

“Solo con la pittura riuscivo a buttare fuori tutto, anche le emozioni più cupe, ma soprattutto potevo respirare la libertà attraverso quella tela bianca.”

-“Stringi forte: Prima dei giorni di sole…”; Luisa De Capola.


Libertà.
Cos’è la libertà?
Come si può ottenere?


Nella mente di ognuno di noi si forma una diversa immagine quando si pensa alla libertà. Può trattarsi di un luogo, di uno stato emotivo, dell’affermazione dei propri ideali.
Oppure semplicemente di una tela bianca.


Per Enza è esattamente così. Quando dipinge sente che i suoi problemi svaniscono, che ciò che la turba viene spinto lontano, lasciando il posto solo al pennello e ai colori. Tutta la sua concentrazione si ripone lì, in quella tela bianca, dove luci e ombre prendono vita e la trasportano in un luogo fuori dal tempo e dallo spazio, dove sofferenza e tristezza non esistono.


L’arte è salvezza, l’arte è libertà. E questo Enza lo sa bene. Lei è giovane, ma con tante difficoltà che già gravano sulle sue spalle: famiglia, amici, dove si giri si giri i problemi non mancano mai. Le feste e i divertimenti non sono in grado di rasserenarla, ma una sera l’incontro con un affascinante ragazzo farà smuovere qualcosa dentro al suo cuore. Qualcosa che Enza cerca di ignorare, ma che ormai ha invaso i suoi pensieri.
Curiosità e attrazione per un giovane di nome Luca.

Luca e i tatuaggi


“Non so cosa dire, resto fermo a guardarla. Di una cosa però potevo già essere sicuro: quelle dita con l’odore di pittura, era un immagine che non sarebbe uscita facilmente dalla mia testa.”

-“Stringi forte: Prima dei giorni di sole…”; Luisa De Capola.


Si dice che gli opposti si attraggono, ma anche chi si somiglia finisce per trovarsi.
Che siano gusti simili o sofferenze nascoste, ciò che ci accomuna ci spinge inconsciamente l’uno verso l’altro. Ed è proprio ciò che accade a Luca ed Enza in una serata di festa.


Ignari di quanto siano simili nella loro diversità, quei due ragazzi incrociano le loro strade e non possono fare a meno di voler scoprire qualcosa in più l’uno dell’altro dopo il loro primo incontro.
Tuttavia, Luca cerca in tutti i modi di resistere a quel desiderio, di zittirlo, ben conscio di quanto la sua curiosità possa rivelarsi pericolosa se dovesse sfociare in un sentimento vero e proprio.


Luca non può permetterselo. Il suo unico desiderio dovrebbe restare quello di poter continuare a disegnare, di poter realizzare tatuaggi senza che il suo problema glielo impedisca. Eppure, l’attrazione nei confronti di Enza non sembra intenzionata a tacere, e, al contrario, cresce sempre più.


Come si evolverà la vicenda?
Riusciranno Enza e Luca a tenersi lontani o ciò che sentono l’uno per l’altro si rivelerà troppo forte per essere tenuto a bada?

“Stringi forte: Prima dei giorni di sole…” – la doppia faccia della realtà

Libro di narrativa di Luisa De Capola, "Stringi forte"
“Stringi forte: Prima dei giorni di sole…” di Luisa De Capola in versione digitale.

“Spesso il confine tra sogno e realtà è solo diviso dall’intensità con cui ci abbiamo creduto.”

-“Stringi forte: Prima dei giorni di sole…”; Luisa De Capola.


Nella vita si è costretti a fare delle scelte.
Non è mai facile capire quale sia quella giusta o quella che farà meno male. Eppure, non possiamo tirarci indietro e dobbiamo decidere quale strada seguire, quale percorso intraprendere e come porci nei confronti degli altri.
Qualsiasi cosa faremo ci sarà sempre qualcuno pronto a criticarci a dirci che avremmo fatto bene ad ascoltare i suoi consigli invece di affidarci al nostro istinto, ma solo il nostro cuore può sussurrarci ciò che davvero ci sentiamo di fare. Ma quando testa e cuore iniziano a litigare, lì sorgono i veri problemi.


Enza e Luca, due giovani tanto simili quanto diversi, saranno portati a decidere di seguire l’uno o l’altro, razionalità o sentimenti. Con tenacia e determinazione, cercheranno di far prevalere il buon senso, di non lasciarsi trasportare dalle emozioni che, per quanto belle, possono rivelarsi letali.
Rifugiandosi nella libertà della pittura o nella sicurezza del disegnare tatuaggi, Enza e Luca vorranno fuggire dalla crudeltà della vita e dalle sfide troppo grandi che essa propone. Tuttavia, non è facile mettere da parte un po’ di sano egoismo in favore del totale bene altrui.


Per quanto il benessere di chi ci sta a cuore sia ciò che tentiamo di mettere costantemente al primo posto, è dura sopprimere il nostro desiderio di felicità nel momento in cui possa rivelarsi una scelta egoistica da attuare. È dura dire sempre di no a noi stessi, ripeterci che seguire i nostri sentimenti potrebbe fare del male agli altri. È dura e non è giusto farlo sempre.
No, la felicità è un diritto di tutti. Anche di Enza e, soprattutto, di Luca.
La dolcezza dei raggi di sole dovrebbe poter baciare chiunque. In particolar modo, coloro che sono ormai certi che le loro giornate resteranno per sempre uggiose.

Stile di scrittura

Seppur il racconto sia breve, l’intensità con cui l’autrice mette a nudo le sensazioni provate dai personaggi permette al lettore di immedesimarsi perfettamente con loro e di godere a pieno di ogni singola pagina. Affrontando temi seri e molto delicati, De Capola non rende affatto pesante la propria opera e, al contrario, riesce a far arrivare messaggi forti e importanti a chi vi si approccia pur lasciando un certo margine di leggerezza a rivestimento dell’intero testo.
Lo stile di scrittura è chiaro e scorrevole, mai banale e ben adeguato alle tematiche cardine del libro. I pensieri di Enza e Luca, i loro gesti e le loro emozioni sono perfettamente descritti e caratterizzati, permettendo al lettore di simpatizzare per entrambi e restare a bocca aperta man mano che la storia va avanti. Alla fine, è impossibile non auspicare di poter leggere subito il seguito per scoprire come si concluderà la vicenda!

Vi invito ad acquistare una copia di “Stringi forte: Prima dei giorni di sole…” per scoprire qualcosa in più su questa toccante ed emozionante storia. Potete acquistare la versione cartacea o il formato digitale, entrambi da Amazon!


Nella sezione materiale gratuito del mio sito, invece, troverete wallpaper e segnalibro. Li potete scaricare gratuitamente dalla relativa pagina o cliccando semplicemente qui!


Buona lettura, che i giorni di sole possano splendere presto sulle vostre vite.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *