Segnalazioni

Segnalazione: “Trimalcione e il mistero di Plinio”

Se i romanzi storici vi affascinano, “Trimalcione e il mistero di Plinio” si prospetta come una lettura adatta a voi!

Leggete le informazioni contenute in questo articolo e scoprite se è davvero così!

Scheda Tecnica

Titolo: Trimalcione e il mistero di Plinio
Autore: Armando Carravetta
Genere: romanzo storico
Editore: Aporema edizioni
Pagine: 206
Anno di pubblicazione: 2020
ISBN: 978-8832144642
Link di acquisto

Trama

Una curiosa miscela di cura storiografica e gusto per il racconto giallo. Il nuovo romanzo di Armando Carravetta, intitolato Trimalcione e il mistero di Plinio ed edito da Aporema, è ambientato in Campania, fra l’antica Puteoli, Pompei e Stabia nel 79 d.C., ossia l’anno dell’esplosione del Vesuvio che distrusse molte città dell’area. L’eroe di questa vicenda è un personaggio noto degli amanti della letteratura latina: il ridicolo, chiassoso e decadente Trimalcione, che il poeta Petronio cantò nel Satyricon come emblema dell’ignoranza e della corruzione romana. Ma il Trimalcione descritto da Carravetta presenta molte caratteristiche inedite. Anche se è un liberto arricchito e di poco gusto, dimostra anche una sottile intelligenza, grande generosità e un coraggio da uomo d’azione. La sua agiatezza deriva da affari non troppo onesti e dalla partecipazione a parecchi intrighi di palazzo, e per questo è un personaggio chiacchierato e temuto nella sua Puteoli. Ora però il vecchio Trimalcione vorrebbe innalzarsi socialmente, essere riconosciuto come uomo di spicco dai senatori di Roma. Per questo, proprio durante l’eruzione del Vesuvio, si mette a disposizione del viceprefetto della flotta di Miseno, braccio destro del celebre Plinio il Vecchio, per aiutarlo a svelare un mistero su un sigillo imperiale ritrovato addosso a un cadavere, sul litorale domizio. Attraverso attente ricerche nel sottobosco e nei vicoli più malfamati del porto, Trimalcione così che è in atto un’inquietante congiura: la vita stessa dell’imperatore Tito è in pericolo.

Il romanzo di Armando Carravetta racconta con una prosa sicura e molto precisa dal punto di vista storico i concitati momenti che hanno preceduto e seguito l’esplosione del vulcano, e ci accompagna sulle rovine di Pompei, appena seppellita dalla cenere. Un romanzo spassoso e istruttivo, per capire meglio la società romana della prima epoca imperiale e la tragedia della spaventosa esplosione che sconvolse Pompei ed Ercolano.

Biografia dell’autore

Armando Carravetta insegna Ingegneria idraulica alla Federico II, ha collaborato con la rivista letteraria Il tetto, ha pubblicato cinque romanzi gialli con l’editore Atenapoli, ha vinto la seconda edizione del premio Inchiostro digitale.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + sette =